IDF – Italian Development Foundation

Cos’è l’IDF?
L’Italian Development Foundation è stato introdotto con decisione FM 02-12I all’ultima Assemblea Nazionale di Roma. Esso nasce sulla scorta dell’omologa esperienza internazionale dell’ELSA Development Foundation e mira a fornire una disciplina più chiara, stabile e trasparente ai finanziamenti erogati da ELSA Italia a favore delle Sezioni Locali. Attraver- so di esso viene prevista una procedura unica per la richiesta e l’erogazione dei fondi a favore delle Sezioni Locali che riscontrano problemi finanziari nell’organizzazione degli eventi.

Quali sono le risorse del fondo?
Il fondo è finanziato in via ordinaria dalle entrate derivanti dalle fee delle Sezioni Locali, nella misura del 35% delle stesse, e dal 25% delle sponsorizzazioni ottenute durante l’anno da ELSA Italia. Siccome dal momento della sua approvazione (aprile 2012) all’inizio del nuovo A.S. 2012/2013 non sono pervenute nuove entrate nelle casse di ELSA Italia, la disponibilità attuale sarebbe attualmente nulla. Tuttavia il CDN entrante, per non lasciare inattivo il fondo per i prossimi mesi ha deciso di destinare ad esso una somma di € 1000 dal patrimo- nio di ELSA Italia, da considerarsi come anticipazione che verrà rimborsata non appena affluiranno le nuove entrate derivante da fee e sponsorship. Pertanto l’IDF è momentaneamente dotato di € 500 ed € 500 per il secondo semestre.

Chi può presentare domanda di accesso al fondo?
Possono fare domanda tutte le Sezioni Locali di ELSA Italia che organizzino una delle attività di cui all’articolo 4 (eventi accademici, seminari, stage, interscambi, LRG e pubblicazioni) dello Statuto di ELSA Italia da realizzarsi all’interno di eventi o progetti organizzati dalle Sezioni Locali di ELSA Italia, presentando l’apposito modulo messo a disposizione da ELSA Italia entro 3 settimane dall’inizio dell’evento.
Gli eventi assembleari (AN, ICM) al pari del National Presidents’ Meeting e del National Secretaries’ Meeting non sono finanziabili in quanto non rientrano tra le core activities elencate dall’art. 4 dello Statuto. Gli eventi training e tutti gli eventi di rilevanza internazionale possono comunque presentare domanda di finanzia- mento, attraverso ELSA Italia, all’ELSA Development Foundation gestito da ELSA International.

Quali sono i motivi che possono giustificare la richiesta di accesso all’IDF?
Principalmente bisogna dimostrare l’esistenza di specifiche carenze finanziarie che non è stato possibile colmare ricor- rendo alle sponsorizzazioni di enti pubblici o privati.

Quali criteri deve seguire il CDN nel decidere sul finanziamento?
I criteri sono:

  1. che la domanda sia stata correttamente presentata;
  2. la qualità del piano d’azione finanziario e la necessarietà del finanziamento per la realizzazione dell’attività;
  3. il pregio dell’attività che si intende realizzare;
  4. le risorse disponibili nel fondo. La scelta del CDN sull’an e sul quantum del finanziamento è discrezionale e non può essere modificata una volta comunicata alla Sezione Locale richiedente.

Quando si riceve la somma deliberata da ELSA Italia?
La somma deliberata viene erogata alla Sezione Locale DOPO la conclusione dell’evento, entro quattro settimane dall’assolvimento di tutti gli obblighi di rendicontazione previsti.

Quali sono gli obblighi di una Sezione Locale destinataria del finanziamento?
La Sezione Locale a favore della quale sia stato deliberato un finanziamento deve inserire il logo di ELSA Italia in tutto il materiale pubblicitario dell’evento e ENTRO 4 SETTIMANE DAL TERMINE DELL’EVENTO deve inviare a ELSA Italia il bilancio consuntivo dell’evento, con le ricevute in originale o copia ed un report dettagliato delle attività svolte.

Cosa succede se la Sezione Locale non sopporta le perdite previste nella richiesta di contributo o se esse sono inferiori al finanziamento concesso?
Qualora il bilancio dell’evento sia positivo, la Sezione Locale non ha diritto ad alcun finanziamento, se invece il passivo è inferiore al finanziamento deliberato, quest’ultimo si riduce fino alla concorrenza con la perdita dimostrata.

N.B.: In nessun caso l’IDF dovrà essere visto come uno mezzo che consente una gestione in perdita degli eventi da parte delle Sezioni Locali, le quali dovranno sforzarsi al massimo per reperire finanziamenti propri, potendo ELSA Italia rifiutare di concedere il finanziamento qualora ritenga non adeguati gli sforzi al momento compiuti dalla Sezione Locale. ELSA Italia si riserva, inoltre, di adottare durante l’anno dei correttivi al funzionamento dell’IDF per evitare un uso strumentale dello stesso per coprire perdite inesistenti o artefatte.

Per poter richiedere il finanziamento il Local Board deve compilare l’IDF Application Form che si trova sull’Arkhive – area FM – ed inviarlo entro 3 settimane dall’inizio dell’evento al Board Nazionale di ELSA Italia, all’indirizzo nationalboard@elsa-italy.org. Questi, entro due settimane dalla ricezione dell’Application, delibera sull’erogazione del finanziamento, e comunica la propria decisione al LB richiedente entro due giorni dalla data della delibera.

 

E’ responsabile per l’amministrazione dell’IDF il Tesoriere di ELSA Italia.
Consultare qui la Decisione FM 02-12I, tratta dal Decision Book di ELSA Italia, relativa al programma IDF.